domenica 30 dicembre 2007

LE FAMIGLIE DI BOLOGNA (parte 1)

Chi erano i nostri antichi concittadini eminenti? Era gente d’ogni tipo: guelfi, ghibellini (a Bologna Geremei e Lambertazzi), banchieri, commercianti, tiranni, banditi, fuori usciti da altre città ed aristocratici. Insomma, era gente che si dava da fare! Nel corso della mia continua ricerca, sono riuscito ad elencare circa 200 famiglie e palazzi, indicando, dove possibile, la loro ubicazione e qualche particolare caratteristica, sempre in modo molto succinto. Palazzi che datano dal '200 all'800, molti dei quali fanno tuttora bella mostra di sé per le vie di Bologna.
I palazzi dei Senatori dovrebbero essere una quarantina e sono quasi tutti in questo elenco, ma è ovvio che essi, come anche le famiglie importanti, erano ben di più e in gran parte sono andati distrutti i palazzi stessi ed estinte le famiglie.
I cognomi riecheggiano, in buon numero, nei nomi delle strade, ma anche nel nostro elenco telefonico! Bolognesi (e non) che hanno fatto la storia, nel bene e nel male, la gloria e la ricchezza di Bologna ed è giusto ricordarli.
Palazzi distribuiti un po' dappertutto nel centro storico, ma le strade che ne hanno in maggior numero e che sono anche le più belle, sono: Strada Maggiore, via Santo Stefano, via Castiglione, via San Vitale e Via Zamboni. Non è un caso che si tratti di tutto il sud-est della città, zona che non ha subìto bombardamenti, né distruzioni, né sventramenti di rilievo ed io sono particolarmente orgoglioso di questo fatto perché proprio in quelle zone sono nato ed ho sempre vissuto e sono le sole che ben conosco e che amo. Peccato che l'Uomo, il più grande costruttore e distruttore che ci sia, abbia cancellato tante bellezze nel corso dei secoli: come sarebbe bella Bologna se fosse rimasta come era nel Medioevo, almeno nel centro antico. Almeno esteriormente. Almeno per me!

FAMIGLIE / PALAZZI / LOCALITA' E VARIE INFORMAZIONI

ABBATI / Via Falegnami
ACCARISI / Via Drapperie / drappieri del 1200
AGRESTI / P.zza Galileo / case e torri
ALBÁRI / Via S.Nicolò / casa e torre
ALBERGATI / Via Saragozza / 1530-1560, oggi BERSANI-GALLETTI
ALBERICI / Via S.Stefano, 1 / torre e antica bottega
ALBIROLI / Via Albiroli
ALDINI / Osservanza / villa per Napoleone
ANGELELLI / Strada Maggiore / ora FAVA-SIMONETTI
ANSALDI / Via Farini /diverse case
ARIOSTI / Via Indipendenza / case abbattute per Seminario
ARIOSTI-FAVA / Via Manzoni-Indipendenza / case abbattute per Seminario
BARBAZZI / Via degli Olofredi / Andrea di Messina-Capostipite
BELLONI / Via Gombruti, 23
BENTIVOGLIO / P.zza Verdi / distrutto (ora è il Teatro Comunale)
BERO'-CARRACCI / Via Rolandino, 1 / XV sec. Accad. Incamminati
BIANCHETTI / Via Zamboni,9
BIANCHETTI / Vicolo Bianchetti
BIANCHI (DE') / Via S.Stefano
BIANCHINI / Via S.Stefano, 20 / dal Mugello - locandieri e poi marchesi
BISCIA / Via S.Stefano, 71 / già DE' BIANCHI - ora CALARI CORTICELLI
BOCCADIFERRO / Via C. Battisti / dal Frignano - seguaci Bentivoglio
BOCCADIFERRO-SAVI / Via de' Poeti, 8
BOCCHI / Via Goito
BOLOGNETTI / Strada Maggiore
BOLOGNETTI / Via S.Felice, 24 / del XV sec. ora PALLAVICINI ospitarono Mozart e GB Martini 1788
BOLOGNETTI-RAMBALDI / Via Castiglione / sulla torre Dalle Perle
BOLOGNINI / Strada Maggiore / compropr. Vic. Alemagna
BOLOGNINI / Via Castellata (696) / Originari di Lucca - Tessitori
BOLOGNINI / Via S.Stefano, 2 / palazzi ora SALINA-AMORINI - Capostipite Bolognino di Borghesano di Bonaventura
BONASSONI / Via Galliera
BONCOMPAGNI / Via del Monte / merciai (Papa Gregorio XIII)
BONFANTI / Strada Maggiore, 11
BONORA / Via S. Stefano, ? / bellissimo cortile
BORCHETTI / Vicolo Borchetta / famiglia dell'XI secolo
BORGOLOCCHI / Borgo Locco / notizie dal 1460
BOSCHI / Via Castiglione
BOSDARI / Via S. Stefano, 75 / già AGOCCHI
BOVI-MONTEBUGNOLI / Via S. Stefano, 17 / TACCONI – arch. gotica bolognese
BOVIO / P.zza Minghetti / ora BERNAROLI
BUFONI (DE') / Vicolo Bufoni
BUOI (DE') / Via Falegnami
BUOI (DE') / Via de' Poeti / pozzo dell'acqua buona
BUOI (DE') / Via Oberdan, 22-24 / immagine del cane "Tago"
BURIANI / ------ / provenienti da Genova
BUTTIERI-BOTTIERI / ------ / guelfi di Firenze-strazzaroli
-
Paolo Canè

3 commenti:

Maria Vittoria Cavina in Saporetti ha detto...

Grazie per le notizie estremamente interessanti!
Sarei felice di leggere altre informazioni relative al 696 di via Castellata - ad esempio a quando risale la decorazione in cotto del portoncino.
Nella saletta interna ci sono tondi con personificazioni delle Virtù che mi sembrano del XV secolo.
In attesa di leggerVi nvio sinceri auguri di Buon Natale
Maria Vittoria
info@bolognainsieme.it

Maria Vittoria Cavina in Saporetti ha detto...

grazie!

Riccardo G. ha detto...

Risposta di Paolo Canè

Ho chiesto informazioni ulteriori allo storico Tiziano Costa, ma temo che sia in ferie. Quanto a me, so poche cose sul civico 696 di Via Castellata, Casa Bolognini. Essi erano tessitori toscani (credo lucchesi) che si trasferirono a Bologna e per questo i loro discendenti assunsero il nome di Bolognini. La costruzione della casa risale al ‘300. Il portone a sesto acuto, tipicamente medievale, mostra raffinati ornamenti, la cui ghiera è ornata da angeli in volo. Sembra che la costruzione fosse uno dei primi filatoi che utilizzarono l’energia idraulica: l’impianto meccanico era situato dalla parte di via Rialto, dove appunto scorreva il canale aperto del Savena detto “a fiaccacollo”, cioè con acque impetuose. Lo stesso corso d’acqua forniva energia alle aziende dei cartolai che producevano pergamene (Via Cartolerie) e alle maleodoranti concerie dei “pelacani” (Via G. Petroni), oltre ad altre varie in Via Gierrazzi, Via Borgonuovo e le tintorie di via Castiglione. Fiaccacollo fu tombato nel 1840.
Altro non so, per ora.